A Natale regala emozioni vere: il film.

Ho già intravisto le prime luci accendersi e qualche nastro rosso abbellire le strade della città.
Manca poco, il Natale è finalmente alle porte e la sua magia si sente già.
C’è chi ha iniziato a scrivere la sua lista infinita di regali e chi invece continua ad essere colpito dalla “sindrome delle festività natalizie” per cui ha deciso: che a lui il Natale non piace, il perché ancora non si è capito.

stock-photo-287289445.jpg

In fondo cosa rappresenta per noi il Natale? La città che si riempie di luci? Babbo Natale che con la sua slitta raggiunge le nostre umili dimore? Oppure un semplice momento dell’anno in cui ci lasciamo trasportare da un dolce e romantico entusiasmo?

Credo ci sia molto di più dietro a tutto questo.

Lasciate che vi racconti una Storia.

Ogni anno io e la mia famiglia ci riuniamo nella casa di campagna di mia nonna. Premetto che la mole di parenti, fra cugini, zii e nonni è di per sé grande, a complicare le cose c’è anche il fatto che abitiamo in zone molto lontane l’una dall’altra. Ciò nonostante, niente ha mai impedito che ci riunissimo durante le festività natalizie. È andato sempre tutto liscio. Tranne una volta. Cavolo la ricordo come se fosse ieri. Mio cugino era appena partito per il Canada e per ragioni lavorative non potè tornare. All’inizio fu un bel colpo, poi però non ci perdemmo d’animo e decidemmo che avremmo affrontato quel giorno con lo stesso spirito. Il 25 di dicembre arrivò. L’albero, con il presepe e le sue luci erano al solito posto. Tutto era pronto, così uguale e perfetto come sempre. Tutto, tranne quel posto vuoto a tavola che anche con i dovuti accorgimenti non passava inosservato. Allora nei momenti di malinconia ci riunivamo intorno alla sala e iniziavamo a sfogliare tutti i vecchi album fotografici e piano piano tra una risata e l’altra provavamo a sfuggire a quei momenti di malinconia.

Perché alla fine il Natale non è altro che questo: ritrovare le persone che si amano e godere di piccoli momenti di felicità.

undefined

E quando questo non è possibile? Cerchiamo di colmare la loro presenza con i RICORDI perché ci accomunano e ci emozionano. Allora perché perderci nella ricerca compulsiva di qualcosa che tutto sommato sì, potrebbe piacergli/le e non regalare qualcosa di unico e insostituibile come un’emozione?

Come si può regalare un’emozione? Vi chiederete.
Lo so non è facile, ma non sarai da solo in questa impresa.

Abbiamo preparato qualcosa di molto speciale per te.
Qualcosa che non dimenticherai facilmente.

Riscoprirai la bellezza di emozionarti e da quel momento in poi avrai la certezza che niente è impossibile.

Capirai perchè abbiamo intrapreso questo viaggio insieme, alla ricerca di qualcosa che va oltre le semplici immagini.

Buon Natale, questo è il nostro regalo per te!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: