Tecnologia: i nuovi strumenti per ridisegnare il mondo dell’Arte

Graphic design, photoshop, software 3D e realtà aumentata, sono molti dei modi per creare un’immagine, modificarla e condividerla col pubblico. La nostra società digitale, in rapida evoluzione, ha cambiato notevolmente il modo in cui le persone si approcciano alle immagini e ha rivoluzionato l’Arte del creare! Dal carbone, passando per i pennelli a questi nuovi strumenti tecnologici, gli artisti contemporanei gestiscono perfettamente la nuova tecnologia per offrirci un’Arte 2.0.

La tecnologia ha sicuramente un impatto forte sull’Arte e ha oltrepassato le barriere della creatività, permettendo agli artisti di superare il limite di una semplice tela. Chi non è stato abile con matite o pennelli, ora è libero di esprimersi utilizzando strumenti come iPad, software di design, computer, codici di programmazione…

undefinedDavid Hockney nel suo studio

David Hockney è il perfetto esempio di un artista che, sposando pienamente questa transizione, è stato in grado di continuare ad esprimere la sua creatività con strumenti moderni. Non a caso, questo artista di 76 anni, famoso per la sua pittura a olio, ha riguadagnato fama utilizzando il suo iPad come suo strumento primario. Sul suo sito Web, si può notare una sezione interamente dedicata all’Arte digitale, creata direttamente da iPhone, iPad e computer!

La tecnologia permette inoltre agli artisti di abbandonare l’Arte bidimensionale per esplorare le possibilità del 3D. Questo passaggio è stato naturalmente facilitato dalla democratizzazione della tecnologia di stampa 3D.

Prendiamo come esempio l’artista Eyal Gever. Eyal prima di trasformare i suoi ambienti in vere e proprie realtà attraverso la stampa 3D, crea ambienti digitali immaginari sul suo computer.

“Ho semplicemente usato le ultime tecnologie per sviluppare un nuovo linguaggio per la mia Arte”.

Eyal Gever

eyal gever.jpeg
Sphere Pop (2015) di Eyal Gever

Penso che una delle mie innovazioni tecnologiche preferite nel mondo dell’Arte sia la realtà aumentata. In un precedente articolo abbiamo accennato a come Apple offrisse ai suoi utenti una passeggiata interattiva in poche città del mondo, mostrando l’Arte moderna attraverso l’AR, proprio come una mostra virtuale a cielo aperto.

Mi ha sorprendentemente colpito scoprire che l’artista Amir Baradaran, ha trasformato uno dei dipinti più famosi al mondo… la Gioconda!

Amir si è infiltrato nel Museo del Louvre per installare in modo permanente una live streaming di 52 secondi sulla Gioconda di Leonardo da Vinci. Con la sua performance di realtà aumentata “Frenchising Mona Lisa”, l’artista vorrebbe provocare un sentimento di identità nazionale e iconografia all’interno dei musei.

undefined

Frenchising Mona Lisa, Amir Baradaran

Per quelli preoccupati dal fatto che l’Arte creata attraverso la tecnologia non sia più “autentica” mi sento di dirgli che la tecnologia è uno strumento incredibile che ha permesso a molti nuovi artisti di esprimersi e condividere il loro talento.

L’Arte non è qualcosa che dovrebbe rimanere statico, si è sempre evoluta insieme alla nostra società, quindi perché dovremmo limitarla ai bordi di una tela?

C’è poi chi crede che gli artisti usano la tecnologia solo per copiare o trasformare capolavori famosi. Che dire, io credo che alla fine, l’autenticità di qualsiasi opera d’Arte sia racchiusa nella sua capacità di trasmettere un messaggio.

Quindi non ci resta che tenere gli occhi aperti e sperimentare!

Scopri i Nostri Artisti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: