Un famoso dipinto della storia dell’arte che tutti dovrebbero conoscere: La danza

Nell’articolo di oggi sui dipinti famosi della storia dell’arte, parleremo di una delle mie opere preferite: “La danza” di Matisse. Amo molto quest’opera perchè unisce due forme di espressione: la pittura e la danza.

undefined

Il dipinto è stato completato nel 1910 dal pittore francese Henri Matisse, per un collezionista d’arte molto agiato, il quale assunse l’artista per realizzare due pannelli decorativi per la sua tenuta di Mosca.

Matisse gli fornì “La danza” e “La musica”, due opere molto simili fra loro. 

Uno dei primi fatti riguardanti La danza è chiaramente la misura: dal momento che fu originariamente creata per adattarsi a una gradinata, Henri creò un’opera di 260cm x 391cm: dire grande è un eufemismo! 

L’ artista francese ha completato due versioni della danza: la prima, realizzata nel 1909, aveva colori chiari ed era poco dettagliata, mentre la seconda, risalente al 1910, aggiunse più dettagli e creò più contrasto fra il cielo, l’erba e i cinque corpi usando  semplicemente il blu, il verde e il rosso.

Non ho mai visto un’ erba così…

E’ vero che i colori usati dal pittore non sono così realistici, ma questo perché la danza è uno dei simboli più rappresentativi del Fauvismo. Il Fauvismo è un movimento artistico che iniziò intorno al 1904 e fu caratterizzato dall’uso di colori forti, forme semplici e forti contrasti. Spesso si contrappone il Fauvismo all’Impressionismo, caratterizzato dall’uso di colori leggeri e pochi contrasti. 

 

Vediamo infatti, che in questo dipinto, Matisse ha usato solo tre colori primari – il blu, il verde e il rosso – per creare un contrasto tra la nudità dei personaggi e il resto dell’ambiente. Quest’opera fu oggetto di molte critiche nel 1910 perché molte persone la interpretarono come un rito pagano o una sorta di scena barbarica, ma la verità è molto meno drammatica di quanto si possa pensare. Sembra che Matisse durante un viaggio in Sudafrica sia stato ispirato da un gruppo di pescatori che stavano ballando la “Sardana”, una tipica Farandola Catalana!

 

Quindi nel sud della Francia c’è l’usanza di ballare nudi?

 

Non proprio, ma probabilmente l’artista volle accentuare la danza dipingendo i personaggi nudi. Non a caso, la danza era qualcosa di sacro per il pittore francese e probabilmente realizzando i soggetti nudi ha voluto sottolineare “la purezza dei movimenti”. Anche se la nudità può anche essere interpretata come un ripudio della civiltà moderna e un’invocazione alla riunificazione con la natura.

undefined

Tra l’altro se guardiamo bene l’opera, sembra che i soggetti si stiano divertendo molto!

 

Esattamente! Il bello di questo capolavoro risiede proprio nel fatto che i 5 personaggi sono completamente immersi nella loro danza. I corpi in levitazione ci trasmettono la vivacità e l’intensità di ogni movimento. In realtà, il fatto che siano uomini o donne non ci interessa molto, tutta l’attenzione è sulla danza. Lo stesso fatto di non identificare i soggetti è anche un modo per invitare chiunque desideri, a unirsi alla danza. 

 

Vedi anche tu, che due personaggi non si tengono la mano?

 

A prima vista, non sembrerebbe così ovvio, dal momento che il punto di rottura è coperto da una gamba e l’armonia dei colori non viene intaccata; tuttavia c’è ancora qualcosa che si intravede (ricordiamoci che il dipinto è molto grande).

 

Poiché quest’opera si ispira alla riunificazione, è stata molto usata nella cultura pop (proprio come Notte stellata di van Gogh), specialmente dai tatuatori.

Sapevi che anche Artupia realizza opere su commissione? Da una semplice fotografia, un disegno o una semplice idea, puoi creare il tuo dipinto. Uno dei nostri artisti realizzerà l’opera in base alle tue richieste: un modo unico e speciale per immortalare i tuoi ricordi!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: